Pedone Investito

Scrivi un commento

Pedone Investito

Pedone Investito: è una delle cause di incidente che causano, da una parte, meno danni all’ investitore, ma dall’ altra maggiori sensi di colpa e rischio di conseguenze a livello giudiziario. Inoltre nell’ investimento di un pedone c’è sempre sproporzione tra chi urta (auto) e chi è urtato (pedone), quindi le conseguenze sono sempre a sfavore dell’ investito. Solitamente il risarcimento danni è sempre dovuto al pedone investito, in quanto la responsabilità dell’ incidente  sempre presunta a carico dell’ automobilista.La prova di non colpevolezza, per l’ automobilista, sta nel provare di aver tentato tutto il possibile per scongiurare l’ investimento.

Ricordiamo che, come per chi guida, anche per chi cammina, l’ uso del cellulare è la principale fonte di incidente. La distrazione dovuta all’ uso del telefono cellulare, infatti, è la causa principale di incidenti.

Risarcimento danni

Nel caso del pedone investito, ci sono dei doveri sia da parte dei pedoni che da parte dei conducenti. La mancata osservazione di questi doveri porta a definire il risarcimento danni a favore dei pedoni. Ricordiamo che il pedone deve osservare dei comportamenti specifici, ad esempio, nell’ attraversamento della strada.

Vediamo più in dettagli quali sono gli obblighi del pedone:

attraversare sempre sulle strisce pedonali. Ad una distanza di meno di 10o metri dalle strisce pedonali, spostarsi fino a raggiungere le strisce pedonali.

attraversare sempre utilizzando il percorso più breve (perpendicolare) e mai in diagonale alla sede stradale.

camminare sempre sui marciapiedi.

  • Nei centri abitati utilizzare sempre le strisce pedonali, o in alternativa i sottopassaggi o sovrapassaggi pedonali, se presenti e adeguatamente segnalati a non più di 100 metri di distanza.
  • L’attraversamento va fatto esclusivamente in perpendicolare rispetto al margine della carreggiata, mai in diagonale. Così si minimizza lo spazio percorso, e conseguentemente il pericolo.
  • Camminare sempre sul marciapiede o banchine assimilate a marciapiede. In mancanza di spazi dedicati ai pedoni bisogna camminare sul lato opposto del senso di marcia. Infatti in questo modo si può vedere un pericolo imminente e tentare di scansarlo.
  • In assenza di strisce pedonali dare sempre la precedenza ai veicoli.

E ora vediamo in dettaglio quali sono gli obblighi del conducente:

  • Il pedone sulle strisce pedonali ha sempre la precedenza.
  • Dare precedeenza ai pedoni che stanno già attraversando la strada, anche in assenza di strisce pedonali.
  • Controllare continuamente il lato della strada, per verificare se qualche pedone sta per invadere la sede stradale. Mantenere sempre una velocità che ci permetta l’ arresto in sicurezza.
  • Avere sempre un atteggiamento prudente e sicuro per se e per gli altri.

 

Concorso di colpa

Pedone investito: possono esseci dei casi in cui non tutta la colpa ricade sul conducente, e si prefigura il concorso di colpa. Ad esempio quando il pedone attraversa, fuori dalle strisce pedonali, senza rispettare le norme del buon senso e della prudenza. Vediamone alcuni.

Alcuni casi di concorso di colpa

  • L’ attraversamento sulle strisce pedonali ma con semaforo rosso.
  • Attraversamento non sulle strisce pedonali, senza dare la precedenza ai veicoli che sopraggiungono.
  • L’attraversamento in punti non consentiti (ad esempio strade ad alto scorrimento).

 

Indennizzi.org per il massimo risarcimento

Come detto, il numero di pedoni investiti sta crescendo sempre di più, complice il comportamento sempre più distratto dei pedoni e degli automobilisti (uso del telefonino…). Affida il tuo risarcimento ad Indennizzi.org ed avrai assistenza e professionalità al tuo servizio. Ricordiamo

Per ogni caso di pedone investito, indipendentemente dalla gravità dell’incidente, incombe sul conducente del veicolo una presunzione di responsabilità: il risarcimento sarà dovuto a meno che il conducente stesso non riesca a provare di aver fatto tutto il possibile per evitare l’investimento.

 

Obblighi del pedone:

  • Nei centri abitati utilizzare sempre le strisce pedonali, o in alternativa i sottopassaggi o sovrapassaggi pedonali, se presenti e adeguatamente segnalati a non più di 100 metri di distanza
  • L’attraversamento va fatto esclusivamente in perpendicolare rispetto al margine della carreggiata, mai in diagonale
  • Bisogna circolare sempre su marciapiedi, banchine o altri spazi riservati ai pedoni, in mancanza dei quali (o anche qualora essi siano ingombri, insufficienti o interrotti) è obbligatorio camminare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli. In caso di sensi unici, va invece sempre tenuto il margine destro rispetto alla direzione di marcia dei veicoli
  • È necessario porre sempre la massima attenzione a evitare qualsiasi situazione di pericolo per se e per gli altri
  • In caso di attraversamento fuori dalle strisce pedonali, dare sempre e comunque la precedenza ai veicoli che sopraggiungono.

 

Pedone investito: ogni anno sempre più spesso

Come già anticipato, il caso di pedoni investiti diventa, purtroppo, sempre più frequente. Questo per le sempre maggiori distrazioni dovute all’ uso degli smartphone, sia da parte dei pedoni che dei guidatori. In ogni caso raccomandiamo di contattarci su indennizzi.org per tutelare i vostri interessi e ottenere i massimo del risarcmento.

Ricordiamo che, anche in caso di investimento con auto pirata, si può avere il risarcimento attingendo al fondo vittime della strada. Affida il tuo risarcimento a chi sa esattamente come fare per tutelarti e farti avere la miglior assistenza.

 

Visita la nostra sezione dedicata agli incidenti stradali.

 

Indennizzi.org è tecnologicamente sostenuto da TP Solutions che ne ha realizzato il sito web e ne cura l’indicizzazione.

Indennizzi.org è sostenitrice dell’associazione di consumatori Con-Sap

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *